logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Contenuto

Scardovari

BREVE STORIA

Veduta aerea di scardovariLe prime notizie certe risalgono al 1780 quando alcune famiglie di pescatori si costruirono delle capanne di canna palustre su un bonello (rialzo naturale di terra) e si dedicarono, senza spingersi nel Mare Adriatico, che attualmente bagna a sud ed ovest la frazione, alla pesca della scardova, un pesce d'acqua dolce che abbondava. Da questo tipo di pesca deriva il nome della frazione: località della scardova e dei Scardovari (pescatori di scardove).

Nel giro di qualche decennio la popolazione aumenta e nel 1850 nel pese si stabilisce una caserma della Guardia di Finanza, abbattuta successivamente e sostituita con un nuovo edificio nel 1890. Tra i proprietari si ricordano i Negrelli, i Carrari, i Chiereghin, i Daccò, gli Avanzo ed i Torchio. Le prime opere di bonifica fatte per valorizzare la zona furono iniziate dagli Avanzo.
Il paese, sviluppato lungo un'unica strada probabilmente sul tracciato del ramo del Po di Busollo (tronco fluviale ritiratosi e confluito sul Po di Tolle) era isolato, le comunicazioni ed i rifornimenti avvenivano solo per via fluviale.(Nella foto: veduta aerea di Scardovari)

Ciononostante la comunità presente in diverse borgate (Giarette e Giaretton da giara piccola e grande spiaggia, Bonelli da bonello) è vitale: nel 1935 nasce, con un capitale di poche barche ed uno spaccio fatto di canna palustre, una cooperativa di pescatori che si adoperò nel tempo in varie opere ed iniziative tese essenzialmente a migliorare urbanisticamente e socialmente la frazione.

Già nel 1949 nasce il mercato all'ingrosso del pesce gestito direttamente dalla Cooperativa, mercato unico nel suo genere in quanto la contrattazione del prodotto avviene ad "orecchio"; il mercante cioè, bisbiglia la sua offerta all'orecchio dell'astatore, il prezzo stabilito al chilogrammo varrà poi per tutte le quantità dello stesso tipo di pesce per quel giorno.

Sacca di Scardovari strada arginaleNel 1936 oltre alla costruzione di diversi edifici e di un villaggio pescatori, fu pure arginata con il sasso la Sacca degli Scardovari, una arginatura di circa 18 km.; fu proprio l'arginatura della Sacca degli Scardovari, nel 1966 a cedere provocando l'ultima grande alluvione.
La Sacca è stata anche teatro di dispute tra i pescatori locali e quelli di Chioggia e di Goro per la raccolta delle vongole da semina. Nel dopoguerra a Scardovari viene aperto uno sportello bancario, nel 1953 vengono realizzate le nuove scuole pubbliche e completate diverse opere di urbanizzazione, il paese è in grande sviluppo. La riforma agraria tocca intanto anche la zona di Scardovari e di Bonelli e, dopo qualche anno viene attuato il Piano di Trasferimento nel post alluvione.
(Nella foto: Sacca di Scardovari - Località Marina 70)

 

 

 

Sacca di Scardovari - Allevamenti di CozzeL'attività primaria della zona è la pesca soprattutto delle vongole che hanno dato ricchezza al paese; sono ben tre le cooperative di pescatori, raccolte in un consorzio per la gestione di impianti di stabulazione dei mitili.
Scardovari è in prima linea anche per il turismo. Nonostante fosse una zona malarica, nell'anteguerra esistevano a Bonelli Levante, l'isola di fronte all'odierna Bonelli (ponente), le colonie per l'assistenza scolastica del fascio.
(Nella foto: Sacca di Scardovari - Allevamenti di cozze)

 

 

Ex Magazzino di riso sulla sacca di ScardovariNell'isola si coltivava il riso, le donne di queste zone fino agli anni '70 andavano anche nel piemontese a lavorare come mondine.
Alla fine degli anni '60 nasce la spiaggia di Barricata che oggi sta avendo un grande sviluppo: dopo il Porto di Barricata e successivamente l'area attrezzata a campeggio.
(Nella foto: Ex magazzino di riso sulla Sacca di Scardovari)

Attualmente è in corso di costruzione, sul Po di Tolle, in corrispondenza del paese, un nuovo porto peschereccio.

 

 

Porto Barricata

 

 

 

 

 

 


(Nella foto: Porto Barricata)    

 

Panoramica aerea di Barricata Beach

 

 

 

 

 

 

(Nella foto: Una panoramica aerea di Barricata Beach)

 

LO STRADARIO

AREA DI CIRCOLAZIONE
AREA DI CIRCOLAZIONE
Piazza Dante Alighieri Via Moretto Guerrino
Strada Bel Vedere Sacca Via Pascoli Giovanni
Via Alessandrini Emilio Via Picasso Pablo
Via Bisaglia Antonio Via Po
Via Calamandrei Pietro Via Po di Tolle
Via Cavazzini Severino 1^ Strada Via Rizzi Livio
Via D'Acquisto Salvo Via Roma
Via del Mare Via Sant'Ilario D'Enza
Via della Pace Via Sereni Emilio
Via della Sacca Via Toti Enrico
Via Frank Anna Viale della Repubblica
Via Leopardi Giacomo Villaggio delle Rose
Via Manzoni Alessandro


FIERE E MANIFESTAZIONI

Sagra di SS. Pietro e Paolo
Mese di GIUGNO

 

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
             
Comune di Porto Tolle - Piazza Ciceruacchio, 9 - CAP 45018 - Tel: 0426 394411 - Fax: 0426 394465
P.Iva: 00201720299 - Pagina Facebook - Canale YouTUBE
E-mail: portotol@comune.portotolle.ro.it - Posta elettronica certificata (PEC): affarigenerali.comune.portotolle.ro@pecveneto.it