logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Novembre  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
             

Bandi ed avvisi

Ente:

PortoTolle

Data di scadenza:

07/12/2016 12:30

Oggetto:

BANDO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALL’IMPRENDITORIA GIOVANILE - ANNO 2016 TERMINI PROROGATI AL 7.12.2016

Note:

1. FINALITA’
Il Comune di Porto Tolle promuove incentivi all’imprenditoria giovanile, finalizzati alla promozione
dello sviluppo economico del territorio e alle politiche occupazionali.
Questa attività è disciplinata dai “CRITERI PER L’ACCESSO ALLE FORME DI CONTRIBUZIONE
ECONOMICA ED ALLE MISURE DI SOSTEGNO ALLE IMPRESE NEL COMUNE DI PORTO TOLLE”,
approvati, in via sperimentale, con D.G.M. n. 177 del 13.10.2016, allegata al presente bando
quale sua parte integrante e sostanziale.


2. SOGGETTI BENEFICIARI
Possono accedere al contributo le nuove imprese, sia individuali che societarie, aventi sede operativa
ed eventuali unità locali nel territorio del Comune di Porto Tolle, il cui titolare o l’intera compagine
societaria non abbiano ancora compiuto 40 anni, alla data di pubblicazione del bando,
abbiano sede operativa e svolgano l’attività nel Comune di Porto Tolle
Per nuove imprese, ai sensi dell’art. 2, comma 2, dei suddetti Criteri, si intendono quelle
iscritte nel registro delle imprese con decorrenza 1.1.2016 e fino a 90 giorni successivi alla
pubblicazione del presente bando.


3. ESCLUSIONI
Non possono essere ammesse ai benefici di cui al presente BANDO, le imprese:
· che si trovino in stato di fallimento, di liquidazione o altra procedura concorsuale, o nei
cui riguardi sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
· i cui titolari, soci o amministratori:
a) abbiano in corso procedimenti ovvero siano destinatari di provvedimenti per l’applicazione
di misure di prevenzione o antimafia di cui alla normativa vigente;
b) nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso
decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della
pena su richiesta, ai sensi dell'articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in
danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; è comunque
causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di
partecipazione a un'organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti
dagli atti comunitari citati all'articolo 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18; che hanno
commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento
delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabiliti;
c) abbiano commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di
contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui
sono stabiliti;
d) nei cui confronti sia stata applicata la sanzione interdittiva di cui all'articolo 9, comma 2,
lettera c), del Decreto Legislativo dell'8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il
divieto di contrarre con la pubblica amministrazione.


4. SPESE AMMESSE AL CONTRIBUTO
Le spese sostenute per l’avvio o l’esercizio dell’attività, ammesse al contributo - al netto di IVA -
sono le seguenti:
a) opere di manutenzione ordinaria e straordinaria comprese quelle per l’adeguamento
funzionale dell’immobile alle esigenze produttive e/o per la ristrutturazione dei locali;
b) acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature (comprese quelle informatiche hardware e
software e gli arredi) nuovi di fabbrica;
c) servizi di consulenza e assistenza connessi alle spese di investimento;
d) misure concrete per l’incremento dei livelli di sicurezza nei luoghi di lavoro, per l’abbattimento
delle barriere architettoniche, per l’introduzione o il potenziamento di sistemi di qualità
ambientale e relazionale, purché effettivamente realizzati e misurabili nell’efficacia, sulla base
di parametri oggettivi.
Le spese, sino alla concorrenza del contributo concesso, devono essere sostenute nei primi tre
anni di attività dell’impresa.
Non sono ammessi a contributo i trasferimenti, i subingressi e le cessioni d’azienda a favore degli
ascendenti e dei discendenti, nonché le imprese che svolgono attività stagionale.


5. ENTITA’ E LIMITI DEI CONTRIBUTI EROGABILI
La somma complessiva stanziata nel bilancio 2016/2018 per gli incentivi alle imprese è pari a €.
40.000,00=.
A norma dei criteri suddetti, ciascun beneficiario può essere a contributo per un importo massimo
di €. 5.000,00= da erogarsi in 3 rate annuali nei primi 3 anni di attività dell’azienda, così suddivise:
la prima, pari al 50% del totale riconosciuto, al termine della verifica dei presupposti per
accedere al contributo;
la seconda e la terza, di pari importo, entro il 30 aprile degli anni successivi.
Qualora la somma stanziata in bilancio non sia sufficiente a soddisfare tutte le istanze ammesse a
contributo, l’ammontare dei contributi sarà ridotto proporzionalmente.
Per le società in cui almeno il 50% della compagne sociale è composta da donne e per le imprese
individuali il cui titolare è donna, il contributo erogabile è incrementato del 20%.
Il contributo può essere ridotto nel caso in cui si sostengano spese inferiori al contributo concesso
sino a concorrenza dei costi documentati.


6. MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Le richieste di contributo devono essere trasmesse al Comune ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2016.
I soggetti interessati devono presentare domanda indirizzata a COMUNE DI PORTO TOLLE - SERVIZIO
ATTIVITA’ PRODUTTIVE – PIAZZA CICERUACCHIO, 9 – 45018 - personalmente, tramite il servizio di
posta ordinaria o tramite pec al seguente
indirizzo: affarigenerali.comune.portotolle.ro@pecveneto.it La domanda, in bollo da 16 euro, deve
essere datata e sottoscritta dal titolare o legale rappresentante dell’impresa utilizzando il modello
allegato al bando.
Le domande di accesso ai contributi saranno valutate da apposita Commissione.
Per quanto riguarda decadenza, sospensione, e revoca del beneficio si rinvia ai criteri generali
approvati con D.G.M. 177/2016, allegata al presente bando.
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/2003
I dati personali comunicati dall’interessato nell’istanza e nella documentazione ad essa allegata, sono
necessari ed utilizzati esclusivamente per le finalità di cui alla domanda stessa. Il conferimento dei dati ha
natura facoltativa ma indispensabile per l’espletamento delle procedure richieste, per cui il rifiuto del
conferimento dati oppure la mancata indicazione di alcuni di essi potrà comportare l’impossibilità di accedere
al contributo. I dati sono trattati dall’Ufficio Attività Produttive, cui è assegnato il procedimento. Ambito di
comunicazione/diffusione: uffici interni alla P.A. interessati al procedimento, e, a richiesta e nel rispetto delle
norme sul diritto di accesso agli atti amministrativi, altre P.A. e terzi interessati. Le operazioni di trattamento
saranno effettuate con l’ausilio di mezzi informatici.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO è la Responsabile del Servizio Attività Produttive, dott.ssa Marzia
Marangon.


INFORMAZIONI: è possibile rivolgersi alla dott.ssa Marzia Marangon, tel. 0426 394440, e-mail
tributi@comune.portotolle.ro.it oppure al sig. Carlo Tessarin, tel. 0426 394441, e-mail
carlo.tessarin@comune.portotolle.ro.it.
Si ricorda che dal 17 ottobre 2016 l’orario di apertura al pubblico dell’Ufficio è il seguente: lunedì, mercoledì,
giovedì, dalle ore 9 alle ore 13 oppure su appuntamento.
Porto Tolle, 27.10.2016


La Responsabile del Servizio Attività Prod.ve
Marzia Marangon

Comune di Porto Tolle - Piazza Ciceruacchio, 9 - CAP 45018 - Tel: 0426 394411 - Fax: 0426 394465
P.Iva: 00201720299 - Pagina Facebook - Canale YouTUBE
E-mail: portotol@comune.portotolle.ro.it - Posta elettronica certificata (PEC): affarigenerali.comune.portotolle.ro@pecveneto.it